• EUR
  • Cosa stanno cercando?

  • Carrello della spesa
    Nessun articolo nel carrello

    Indicare il numero di partita IVA è obbligatorio per gestire l’acquisto in Germania come consegna intracomunitaria non soggetta a imposizione fiscale.

Articolo 21 marzo

Importanti consigli fiscali per l'ufficio a casa

I nostri consigli fiscali ti mostrano come puoi dedurre il tuo ufficio a casa dalle tasse.

Quali costi per l'acquisto di una sedia da ufficio e altre attrezzature di lavoro in un ufficio domestico sono deducibili dalle tasse? Chi sostiene i costi e l'ufficio centrale è sostenuto anche dallo Stato? I più importanti consigli fiscali per l'ufficio a casa in un colpo d'occhio.

Anche prima del virus Corona, l'home office e il lavoro mobile avevano un ruolo in molte aziende. Ma al più tardi dopo la pandemia e la conseguente introduzione temporanea dell'obbligo dell'home office (dal 1° luglio 2021 non esiste più l'obbligo dell'home office in Germania), è diventato chiaro a tutti che l'home office è qui per restare. Ma, soprattutto se lavorate molto nel vostro ufficio a casa, avete sicuramente bisogno di una buona attrezzatura da ufficio. Una sedia da ufficio ergonomica, per esempio, dovrebbe essere un MUST. Dopotutto, un tavolo e una sedia da cucina di fortuna sono molto poco salutari a lungo termine e non è possibile lavorare concentrati. Quando si tratta dell'home office, una domanda sorge inevitabilmente per molti impiegati: come posso dedurre le tasse sull'home office? Ve lo spieghiamo noi.

Consigli fiscali per i dipendenti da casa

1. acquisto di una sedia da ufficio da parte del datore di lavoro

Prima di tutto, questa è l'opzione migliore e più conveniente per voi. Se il tuo datore di lavoro ti fornisce una sedia da ufficio (preferibilmente ergonomica) per il tuo ufficio a casa, puoi anche usarla privatamente in aggiunta alle tue attività professionali. Questo materiale per lo studio è esente da tasse. Questo significa che non dovete dichiarare la sedia da ufficio all'ufficio delle imposte come un beneficio in natura dal vostro datore di lavoro e pagare le tasse su di essa.

2. concordare con il datore di lavoro un'indennità per le spese dell'ufficio a domicilio

Il tuo datore di lavoro può anche sostenere l'attrezzatura del tuo home office con un sussidio fino a 1.500 euro. Questa indennità per l'home office copre anche, per esempio, l'uso del telefono privato e della connessione internet. Questo significa che potete ovviamente usare questa somma forfettaria per comprare mobili per ufficio. Per chiarire gli accordi sull'home office con il tuo datore di lavoro, parla direttamente con la persona responsabile del dipartimento delle risorse umane o contatta prima il tuo capo dipartimento.

3. forfait per l'home office come spese legate al reddito nella dichiarazione dei redditi

Al fine di alleggerire l'onere fiscale sui dipendenti, il governo federale ha introdotto il cosiddetto forfait per l'home office nel corso della legge sull'imposta annuale 2020. Questo forfait per l'ufficio a domicilio stabilisce quanto segue:

  • I dipendenti che svolgono le loro attività professionali nel loro ufficio a domicilio ricevono un forfait di 5 euro al giorno. Tuttavia, l'importo massimo è di 600 euro all'anno.
  • Per il forfait giornaliero, è irrilevante se il tuo capo ti ha ordinato di lavorare da casa o se lavori da casa volontariamente.
  • Il forfait conta solo se hai lavorato esclusivamente da casa durante la giornata lavorativa. Se sei stato in ufficio per un appuntamento, per esempio, questo giorno non può più essere rivendicato come diaria da casa.
  • Il forfait per l'home office conta come spese legate al reddito e deve essere inserito di conseguenza nella dichiarazione dei redditi.
  • Inizialmente, la nuova indennità di domicilio è limitata per il 2020 e il 2021

Importanti consigli fiscali per l'ufficio a domicilio. Deduzioni fiscali per gli acquisti per l'ufficio di casa.
La tua attrezzatura per lavorare a casa - per esempio, la tua sedia da ufficio - è deducibile dalle tasse.

Importante: affinché il lavoro in un ufficio a domicilio abbia un effetto positivo sulla vostra dichiarazione dei redditi, il totale delle spese legate al reddito deve superare il forfait annuale di 1.000 euro di spese legate al reddito. Questo importo può essere richiesto come una somma forfettaria per scopi fiscali in ogni caso, anche se non hai sostenuto alcuna spesa legata al reddito.

Ecco perché l'acquisto di una sedia da ufficio ergonomica per il tuo ufficio a casa è doppiamente utile. In primo luogo, per la vostra salute - la vostra schiena vi ringrazierà - e in secondo luogo, dal punto di vista fiscale. Se compri la sedia da ufficio per il tuo ufficio a casa per conto tuo, può essere rivendicato come spese legate al reddito per scopi fiscali. Questo è possibile anche se non si ha uno studio proprio, cioè solo un angolo di lavoro o simile.

Una sedia da ufficio è considerata un bene a basso valore (GWG). L'importo di acquisizione per un GWG è di 800 euro netti. La sedia da ufficio può quindi essere dedotta interamente nell'anno di acquisizione per un prezzo di acquisto fino a 800 euro netti. 

A cosa dovete prestare attenzione: se i mobili per ufficio costano più di 800 euro netti, dovete distribuire i costi sulla vita utile prevista. Di regola, si tratta di 13 anni. Questa è la durata di vita ufficialmente stabilita per i mobili da ufficio. E anche se usate la sedia da ufficio per uso privato per più del 10 per cento del periodo totale di utilizzo, potete dedurre i costi dall'ufficio delle imposte solo su base proporzionale.

Naturalmente, altri costi come l'affitto, l'elettricità e il riscaldamento per un ufficio domestico possono ancora essere rivendicati proporzionalmente contro le tasse. Anche le attrezzature di lavoro possono sempre essere dichiarate e dedotte nella dichiarazione dei redditi.

Sedia da ufficio ergonomica Aeris Swopper. Deduzione fiscale dei costi di acquisizione per l'ufficio domestico.
Quando compri la tua sedia da ufficio, è importante assicurarsi che - costi meno di 800 euro. come qui per esempio l'Aeris Swopper - costa meno di 800 euro, in modo da poter dedurre i costi in una volta sola.

4. dichiarazione come oneri straordinari nella dichiarazione dei redditi

Un'altra opzione per rivendicare il costo di una sedia da ufficio ergonomica nella vostra dichiarazione dei redditi è il cosiddetto "onere straordinario". Questo vale se ci sono ragioni mediche per una sedia da ufficio sana ed ergonomica attiva. Questo è il caso, per esempio, se avete avuto un'operazione o un incidente, o come misura dopo un disco scivolato o simile. Tuttavia, il limite di ragionevolezza secondo il § 33 EStG deve essere superato. Per i single senza figli con un reddito fino a 15.340 euro, questo limite è il cinque per cento del reddito totale. In questo caso, le spese di più di 767 euro all'anno sono deducibili dalle tasse.

La documentazione è importante - raccogliete le ricevute

Come per tutte le questioni fiscali, è anche consigliabile conservare con cura tutte le ricevute degli acquisti quando si lavora da casa. Inoltre, si dovrebbe documentare la situazione del posto di lavoro in diversi giorni e in diversi momenti scattando una foto. Un certificato del suo datore di lavoro per il servizio a domicilio richiesto durante il periodo di corona (se possibile con data e numero di ore) può anche essere molto utile.

Consigli fiscali per i freelance e i lavoratori autonomi

Per i liberi professionisti e i lavoratori autonomi, prima dell'anno Corona era già in vigore un regolamento con il quale sono deducibili acquisti come sedie e scrivanie da ufficio. Dal 2018, le nuove attrezzature per ufficio fino a un prezzo netto di acquisto di 800 euro possono essere completamente dedotte dalle tasse nell'anno di acquisto. Tuttavia, se il prezzo d'acquisto supera gli 800 euro, l'acquisto non rientra più nel limite per i beni di basso valore (GWG) e deve essere ammortizzato in 13 anni come mobili per ufficio secondo la tabella Afa del Ministero federale delle finanze.

Consigli fiscali per le aziende

Anche per le aziende vale quanto segue: se i costi di acquisto di una sedia da ufficio ammontano a un massimo di 800 euro, è possibile effettuare una deduzione immediata delle spese di gestione nell'ambito del regolamento per i beni di basso valore secondo il § 6 comma 2 EStG.

Un altro vantaggio fiscale si verifica se la spesa per un numero maggiore di mobili per ufficio con costi di acquisto tra € 250 e € 1.000 viene messa in comune. Allora è possibile una cosiddetta soluzione di pooling: gli imprenditori possono raggruppare i suddetti beni in una voce collettiva e ammortizzarli in cinque anni. In termini concreti, questo significa: un'azienda che ora compra 20 sedie da ufficio di alta qualità del valore di 800 euro ciascuna può ammortizzare 16.000 euro a fini fiscali per quest'anno - o 3.200 euro ciascuna per cinque anni.

Buono a sapersi: Nonostante la crisi di Corona, puoi prendere due piccioni con una fava. Gli imprenditori investono nella salute e nel rendimento dei loro dipendenti con sedie da ufficio che rinforzano la schiena e favoriscono il movimento e allo stesso tempo riducono il loro carico fiscale.

Costi dell'ufficio a domicilio: più sostegno finanziario da parte dei datori di lavoro e dello Stato desiderato

Oltre alla deducibilità fiscale del posto di lavoro in casa propria, si pone sempre di più la questione delle sovvenzioni dei datori di lavoro e dello Stato per l'ufficio a domicilio.

Secondo uno studio Aeris Home Office del 2020 di 2.000 intervistati, più di un terzo dei dipendenti si aspetta che sia il loro datore di lavoro che il governo contribuiscano maggiormente al costo di un ufficio a domicilio. Ma perché è necessario un maggiore sostegno statale? Due terzi degli intervistati lamentano già problemi di salute nell'home office e quindi hanno già investito a proprie spese in una sedia da ufficio ergonomica o in una scrivania regolabile in altezza, per esempio.

Home office: Il grafico mostra che una grande percentuale di dipendenti vorrebbe più sostegno da parte dello Stato e dei datori di lavoro.
Più del 35% degli intervistati vorrebbe vedere un maggiore sostegno finanziario da parte dello stato e dei datori di lavoro per le attrezzature per l'home office.

Quando si lavora in un ufficio a domicilio, molti impiegati devono ancora improvvisare. Per molti, il tavolo della cucina o della sala da pranzo si trasforma in una scrivania e la sedia della cucina in una sedia da ufficio. Questo potrebbe essere migliorato da un sussidio governativo per l'acquisto di attrezzature da ufficio ergonomicamente corrette. Secondo lo studio di Aeris, il 54% degli intervistati ha mobili da ufficio significativamente peggiori nel loro ufficio a casa che in ufficio. La conseguenza: problemi di salute, come Mal di schiena, tensione nella zona del collo e delle spalle o mal di testa.

Solo il 18% degli intervistati ha avuto il proprio home office completamente attrezzato dal proprio datore di lavoro, mentre il 27% ha avuto parte dei costi rimborsati dal proprio datore di lavoro. Tuttavia, il 20 per cento sostiene da solo i costi per i mobili e la tecnologia dell'home office. Il 37% dei partecipanti allo studio si aspetta un maggiore sostegno finanziario dalla loro azienda per le attrezzature. E il 35% degli intervistati vede anche il dovere del governo federale di contribuire ai costi della sede di Corona, per esempio attraverso ulteriori benefici fiscali.

Finanziamento statale "go-digital" per le PMI

Tuttavia, lo stato non è completamente inattivo quando si tratta di supporto all'home office. Con il programma di finanziamento "go digital", per esempio, il governo federale sostiene le piccole e medie imprese e le imprese artigianali nella creazione di strutture digitali per i posti di lavoro a domicilio. Fino al 50% dei costi possono essere coperti.

Ulteriori informazioni sul programma di finanziamento "go digital" e dove si può fare domanda di finanziamento, può essere trovato qui.

Anche l'Ufficio federale dell'economia e del controllo delle esportazioni (BAFA) offre attualmente un programma di finanziamento: La Consulenza BAFA Corona. In questo programma, un consulente aziendale finanziato dal BAFA supporta le aziende nell'adattamento digitale al nuovo mondo del lavoro nell'home office e nell'ulteriore pianificazione aziendale. Le aziende che si sono trovate in difficoltà a causa di Corona hanno diritto ai finanziamenti BAFA per la creazione di postazioni di lavoro a domicilio. La consulenza è sovvenzionata fino a un importo massimo di 2.700 euro.

Ulteriori informazioni sul programma di finanziamento BAFA e sull'applicazione, può essere trovato qui.

Disclaimer: Si prega di notare che non siamo autorizzati a fornire consigli fiscali o legali e nessun consiglio fiscale o legale viene fornito con queste informazioni. Si tratta solo di informazioni generali sui prodotti che offriamo, che devono essere adattate alle circostanze individuali di ogni caso e valutate dal punto di vista fiscale e legale. Vi preghiamo di ottenere una consulenza adeguata alla vostra situazione dal vostro consulente fiscale o legale prima di prendere qualsiasi decisione su questioni relative ai nostri prodotti. Non si accetta alcuna responsabilità.

Articolo 20 ottobre

L'ufficio a casa come causa di mal di testa e mal di schiena

Lo studio DACH mostra: L'home office causa problemi di salute come mal di schiena o mal di testa per due dipendenti su tre.

Leggere qui
Articolo 21 settembre

5 cose per riconoscere una buona sedia da ufficio ergonomica

Cosa rende effettivamente una buona sedia da ufficio ergonomica? Bella domanda. I seguenti 5 consigli vi mostreranno a cosa prestare attenzione.

Leggere qui
Articolo 21 maggio

Aeris Muvmat aumenta le prestazioni

Lo studio conferma: Lavorare in piedi sull'Aeris Muvmat favorisce le prestazioni mentali e fisiche.

Leggere qui

Il nostro prodotto raccomandato